Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore

La Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore nasce sotto l'egida dell'UNESCO nel 1996 per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la tutela del copyright.
Il 23 aprile è stato scelto perché è il giorno in cui sono morti, nel 1616, tre scrittori considerati dei pilastri della cultura universale: Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garciloso de la Vega.

Dichiara la consigliera delegata alla cultura, Tina Miele

"Ogni libro costituisce una realtà a parte: ha un suo fascino, un suo potere, un suo mistero. Esso contribuisce a rendere le persone migliori, a cambiare una parte di noi e del nostro modo di vedere la vita. C'è un che di magico quando si prende prende un libro in mano, quando si annusano le pagine nuove di stampa o ci si perde con il cuore e l' anima in una libreria. Un libro è fonte di cultura!"

 

Per ulteriori informazioni: GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO