Ulteriore replica a Paris sugli sfalci e potature

Appare sul blog di Benedetto Paris la replica al commento uscito sulla pagina internet della maggioranza.
Dopo la risposta all’interrogazione che il consigliere Tulli ha presentato su “sensibilizzazione” del sig. Paris (come Paris stesso tiene a sottolineare), pubblicata sulla home page del sito web del Comune, ci vediamo costretti a tornare sull’argomento contestando fermamente le infondate “convinzioni”di Paris, aggravate da allusioni che mettono in dubbio la serietà ed onestà sia degli amministratori che dei tecnici di cui l’Ente si avvale, suggerendo peraltro soluzioni di dubbia legittimità.
Questa Amministrazione, va ribadito per l’ennesima volta, ha inserito nel piano finanziario della TARI dati veritieri e non inventati, mentre Paris continua a dare l’impressione di non saper leggere gli atti del comune. Eppure la determina di impegno della spesa per gli sfalci, fatta dall’UTC e pubblicata all’albo è chiarissima. Per questo la ripubblichiamo anche sulla home page, in modo che tutti i cittadini possano immediatamente visionarla e comprendere di che cosa stiamo parlando; a Paris invece, visto che insiste, siamo costretti a spiegargli che la spesa annua complessiva che attualmente il Comune sostiene per la raccolta sfalci e potature è di circa 24.000 euro e l’estensione del servizio a Colle Spina comporterebbe una spesa ben superiore.
Nel 2014 il servizio è stato istituito anche in quella località ma con due cassoni piccoli da 8 metri cubi, che si sono peraltro rivelati insufficienti rispetto al materiale portato dai cittadini.
Nel 2015, lo ribadiamo, il servizio non è stato fatto a Colle Spina per le ragioni già evidenziate dal Comune e oggi è garantito con un cassone da metri cubi 35, sito sull’area antistante la ferrovia statale; pertanto il costo è ovviamente superiore rispetto a quello sostenuto in passato ma il contenitore permette di fronteggiare meglio le necessità degli utenti.
Da informazioni assunte dalla ditta che presiede al conferimento degli sfalci risulta che del servizio usufruiscono sia, direttamente, gli abitanti di Colle Spina che alcune ditte dagli stessi incaricate di portare i rifiuti sul luogo di raccolta.
Pertanto, non si comprende l’insistenza del Sig, Paris di voler, “a tutti i costi” estendere il servizio gratuito anche a Colle Spina se non nell’ottica di una politica propagandistica che vuole colpire questa Amministrazione in tutto quello che fa, senza neppure riflettere sul fatto che si tratta di cose buone per il paese e che ci sono tantissime necessità da soddisfare, anche per quanto riguarda l’ambiente, mentre le risorse, sia umane che economiche, sono purtroppo insufficienti.
Non si tratta di trovare una manciata di euro e neppure di privilegiare una zona piuttosto che un’altra; per noi tutto il territorio è importante.
E’ ora di smetterla di offendere continuamente questa amministrazione. come fa Paris, che ci contesta operazioni fatte tante volte per i nostri interessi e non per quelli dei cittadini; è ora che si finisca di dare lezioni di legalità e poi proporre che il costo di questo servizio sia illegittimamente inserito nella manutenzione del verde pubblico.
E’ facile per lui parlare e sparare a zero quando non si è al governo del Paese ma se vuole può, ancora una volta, “sensibilizzare “ il Consigliere Tulli affinchè faccia una proposta in consiglio comunale, e se ne assuma la responsabilità di fronte agli organi di controllo.
Prima fanno esposti senza fondamento e ci chiamano a rispondere alla Corte dei Conti e poi ci propongono di fare operazioni di bilancio contro la legge; perché invece non vengono a informarsi presso l’ufficio tecnico come gli avevamo suggerito? Credono veramente di essere sempre nel giusto, di avere in tasca la soluzione per qualsiasi problema e che questa debba necessariamente trovarsi nella opposizione alla politica di questa amministrazione?
Si contestano i dati tecnici con tanta saccenza chiedendoci maggiore umiltà e confondendo le idee ai cittadini.
Su questo come su altri argomenti di pazienza e umiltà ne abbiamo avute oltre misura, nonostante le continue provocazioni alle quali siamo sottoposti quotidianamente .
Il sig. Paris leggesse bene gli atti prima di diffondere false notizie sul web asserendo, testualmente che “ se oggi il servizio pensato su tutto il territorio (compreso lo smaltimento delle sfalci di colle spina) ha un impegno di spesa di 7.500 euro, la sua estensione non può certo costare più di quanto previsto già! ”
Nel calderone del suo sproloquio, torna poi sul tema dell’acqua affermando testualmente che “ benvengano le riduzioni decise dall’amministrazione, ma soprattutto VENGANO quelle che l’Amministrazione non sta facendo ed i soldi che il comune DEVE ridare ai cittadini, come nel caso dell’acqua, per cui l’Amministrazione Galli in due anni a conguaglio deve ridare a tutti noi almeno 400 mila euro che abbiamo pagato in più nel 2012 e 2013, come deciso dall’Autorità nazionale competente sul servizio idrico a novembre 2014”.
Al riguardo ci dispiace deludere le sue aspettative ma NON E’ COSI’!
Gli atti e i fatti parlano chiaro e i cittadini sono perfettamente in grado di valutarli senza farsi influenzare.

E con ciò, per quanto ci riguarda, mettiamo un punto definitivo sulla querelle della raccolta sfalci


IL SINDACO
Alfredo Galli

L’ASSESSSORE ALL'AMBIENTE
AVV. Grazia Tassiello



Allegati
determinazione Dipartimento III impegno spesa per raccolta sfalci e potature
attestazione Capo Dipartimento III sul costo del servizio previsto per l’anno 2016