Recupero dei tributi: evitiamo ulteriori disagi ai cittadini

Logo Comune di Labico

Da oggi stanno pervenendo al Comune atti con i quali alcuni cittadini chiedono l’esercizio dell’autotutela per l’annullamento di avvisi di accertamento tributario.
Ci risulta che il modello di tali istanze che, per trasparenza, alleghiamo al presente comunicato, è stato distribuito dai consiglieri di minoranza in occasione della raccolta di firme svoltasi sabato e domenica scorsi.
Al riguardo vogliamo evitare ulteriori disagi ai cittadini che, grazie all’iniziativa della minoranza, oltre a doversi rivolgere all’apposito sportello, sono costretti a recarsi al protocollo per presentare istanze alle quali non si può dare alcun seguito.
Facciamo presente, infatti, che tutti gli atti presentati sulla base di tale modello, tra l’altro:
sono carenti di adeguata e specifica motivazione;
contengono inesattezze, affermazioni false e contraddittorie;
risultano parzialmente carenti di legittimazione attiva in quanto presentati anche in nome e per conto di soggetti diversi dal richiedente senza valido titolo.
Ribadiamo:
che gli utenti potranno ricevere adeguata assistenza presso lo sportello aperto a Palazzo Giuliani per qualsiasi necessità legata alla notifica degli avvisi di accertamento.
che gli atti invalidi ovvero errati in tutto o in parte saranno annullati o rettificati seduta stante o in tempi brevissimi.
che i cittadini devono stare tranquilli perché non pagheranno tributi non dovuti al comune.
Informiamo inoltre che il Capo Dipartimento II° sta provvedendo ad adottare apposita determinazione, avvalendosi dell’istituto dell’autotutela sospensiva.
Questo consentirà a tutti i cittadini di verificare con calma le loro posizioni presso lo sportello e l’Ufficio tributi ai fini della loro regolarizzazione, senza peraltro dover rinunciare a nessun mezzo di tutela.

Terremo informata la Popolazione sugli ulteriori sviluppi delle iniziative intraprese

IL SINDACO - ALFREDO GALLI E LA GIUNTA COMUNALE