Consiglio Comunale del 27 settembre 2016: possibilità di affidare nuovi servizi alla ASSC e nomina nuovo revisore dei conti

Comune di Labico

Nel consiglio comunale del 27 settembre sono state apportate alcune modifiche allo statuto dell’Azienda speciale consortile di cui fa parte anche il Comune di Labico. La modifica più importante riguarda la possibilità di affidare all’azienda anche la gestione di farmacie comunali tantè che il comune di Colleferro è in procinto di conferire la gestione della propria farmacia all’ASSC.

Le altre modifiche riguardano l’aggiornamento di alcune norme statutarie alla legislazione sopravvenuta rispetto alla istituzione dell’ASSC.

Il Sindaco, Alfredo Galli, ha ribadito la volontà del comune di implementare i servizi assegnati all’Azienda per i quali sono allo studio diverse ipotesi organizzative che a breve si concretizzeranno in veri e propri affidamenti, per una migliore e più razionale gestione che comprende un ampio raggio di azione: dall’ambiente alla manutenzione del patrimonio, dal maggiore supporto agli uffici alla gestione della riscossione dei tributi.
Il consigliere Tulli Nello, dopo aver precisato di essere stato inizialmente favorevole alla costituzione dell’Azienda, ha espresso le sue perplessità sulla attuale conduzione, rappresentando la carenza di procedure trasparenti nelle assunzioni, ritenendo che l’azienda non ha senso se alla stessa non si conferiscono maggiori servizi ed evidenziando l’opportunità di una gestione comune per tutti gli enti che ne fanno parte, in modo da risparmiare sulla spesa pubblica.
Sulla stessa linea il consigliere Spezzano che ha ribadito la mancanza di trasparenza nelle procedure di assunzione svolte dalla ASSC e la necessità di aumentare i servizi affidati all’azienda.
Il Sindaco ha assicurato che si sta lavorando in questo senso e anche il Direttore Generale dell’Azienda, dott. Filonardi, presente in aula, ha confermato questa tendenza con esempi concreti, dopo aver risposto alla richiesta di chiarimenti del consigliere Tulli sulla natura giuridica della ASSC, evidenziando che non si tratta di una partecipata in senso stretto.
Il Direttore dell’azienda ha anche contestato il rilievo della minoranza sulla mancanza di trasparenza garantendo che ASSC rispetta la normativa sulle assunzioni e dichiarandosi disposto anche a produrre una relazione in merito.
All’ordine del giorno anche la nomina del nuovo Revisore. Infatti, a seguito della scadenza dell’incarico precedente, la Prefettura ha proceduto alla estrazione informatica e comunicato il nominativo della persona estratta; il nuovo revisore è il dott. Massimo Amabili, il quale, tra l’altro, ha svolto l’incarico di Presidente del Collegio dei Revisori di Aprilia.
Con l’occasione il consigliere Spezzano non ha mancato di ribadire la sua critica pungente verso il Revisore uscente che ha definito un fantasma, praticamente asservito alla volontà dell’amministrazione in carica, non sottacendo anche un appunto verso il nuovo Revisore per non essersi presentato all’Amministrazione in occasione di questo consiglio.
Di contro, il Vice Sindaco, Giorgio Scaccia, ha espresso parole di stima per il precedente Revisore dott. Roberto Celenza, evidenziandone capacità e professionalità nonchè meriti nel contribuire a risolvere gravi problematiche emerse durante il suo incarico. Lo stesso Vice Sindaco e assessore al bilancio, nell’interesse del Comune, ha auspicato che anche con il nuovo Revisore possa instaurarsi un proficuo rapporto di collaborazione, confidando sulla sua professionalità e sull’esperienza che gli deriva dall’aver già svolto analoghe funzioni anche in comuni più grandi.


IL SINDACO
ALFREDO GALLI