Molte le adesioni per adotta una piazza. I ringraziamenti dell'Ass. Tassiello e del Sindaco

L'iniziativa “adotta una piazza”, avviata sia pure in via sperimentale, è stata accolta con grande interesse da tutti coloro che prontamente hanno aderito partecipando attivamente alla “gestione” della cosa pubblica dimostrando il
senso di appartenenza alla comunità e riconoscendo che le aree pubbliche e gli arredi urbani sono proprietà della collettività e devono essere quindi da tutti mantenuti e custoditi nel miglior modo possibile.

In particolare i miei ringraziamenti vanno:

alla ditta individuale Pepic Emina per aver adottato la fioriera, il monumento, le panchine presso i giardinetti, l'aiuola posta su via Europa;

alla ditta individuale Pepic Edi per il piazzale antistante il palazzo Comunale, le aiuole poste su via Casilina (odierno retro palazzo Comunale);

alla Elettromeccanica Gabbanella S.r.l. per le due aiuole poste su via Roma ang. Via Ficoroni;

DM Costruzioni di Mancini per le fontana e la fontanella poste ai Giardinetti, oltre alla pulizia dell'area antistante la stazione ferroviaria;

all'Associazione Asperu Sordo per il Fontanile di via di Cento Gocce con relativa area e grotte;

la Ideal Arredo S.r.l. la R.E.M. Lavori in ferro per il Plateatico (aiuola fronte via Casilina);

la A&D WEB S.r.l. per Plateatico (spazio posto nella parte alta);

l'Associazione di Armando, Giovanni e Lucia per il Fontanile;

la Feelingraph per le piccole aiuole poste su Via Casilina (compresa quella di fronte al centro anziani), oltre lo spazio verde in via Ficoroni (adiacente acquedotto).

Si ricorda a tutti coloro che hanno aderito all'iniziativa di rispettare le regole sottoscritte in sede di domanda onde evitare spiacevoli situazioni in quanto l'area che si adotta è ad uso pubblico per cui le eventuali manifestazioni e/o eventi che si intende organizzare devono essere autorizzati dall'Ufficio competente, successivamente alla presentazione di apposita richiesta presso l'Ufficio protocollo, da parti di chi è “titolare dell'adozione”, e successivo ritiro dell'autorizzazione concessa, osservando così tutte le regole basilari poste per ogni comune iniziativa da svolgersi su suolo pubblico. Si ribadisce che l'adozione non da diritto all'acquisizione di alcuna proprietà da parte degli adottanti ma che è patrimonio della collettività tutta.

Colgo l'occasione per invitare i singoli cittadini, per gruppi di persone, associazioni, scuole, imprese e commercianti ad aderire all'iniziativa ad adottare uno spazio pubblico ed averne cura, rendendolo più fruibile e decoroso a vantaggio della collettività tutta. Ringrazio sin da ora tutti coloro che vorranno aderire alla iniziativa “adotta una piazza” al fine di rendere più bella la nostra Labico.

L'Assessore all'Ambiente

Avv. Grazia Tassiello

Il Sindaco

Alfredo Galli