Il comune aderisce alla settimana SERR. Venerdi 27 incontro sulla differenziata

Il Comune di Labico ha aderito alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2015 condividendo le azioni intraprese dalla SERR che si basano sulle “3R”: Ridurre i rifiuti, Riutilizzare i prodotti, Riciclare i materiali.
Le idee dell’Assessore all’Ambiente avv. Grazia Tassiello di concerto con l’arch. Ercole Lupi, Responsabile del III Dip.to (Urbanistica e Ambiente) e ampiamente sostenute dal Sindaco Alfredo Galli, sono state presentate e successivamente validate dagli organizzatori della SERR 2015. Le proposte presentate sono le seguenti: “In mensa ricicliamo compost-i” e “Io non mi RIFIUTO..… faccio la raccolta differenziata”.
La prima iniziativa, sostenuta e condivisa anche dal Dirigente Scolastico prof.ssa Anna Druella, si effettuerà nel mese di Gennaio 2016, anche se durante il periodo che va dal 21 al 29 Novembre p.v. (Settimana SERR) si terrà un incontro tra le parti coinvolte nell’iniziativa per delineare il programma e le modalità di attuazione, come già concordato e validato dagli organizzatori della SERR 2015.
Tale iniziativa è stata ritenuta molto interessante anche dal Direttore Editoriale Gruppo Italia Energia che nello speciale ( e7.mag.quotidianoenergia.it - pag. 14) sulla settimana dei rifiuti, pubblicato il 18 novembre, ha evidenziato l’educazione e la sensibilizzazione del Comune di Labico in tema di ambiente e sostenibilità quale elemento strategico per garantire la crescita dei comportamenti “virtuosi”.
La seconda iniziativa, che si terrà il 27 novembre 2015 alle 17 presso Palazzo Giuliani, come da programma allegato, consisterà in un momento di riflessione, valutazione e pianificazione del futuro del nostro ambiente e del nostro territorio.
Data la rilevanza del tema confidiamo nella più ampia partecipazione dei cittadini con i quali vogliamo anche continuare ad avere un proficuo dialogo al fine di ottimizzare il servizio di raccolta differenziata porta a porta incentivando anche le altre pratiche di riciclo di alcuni rifiuti, al fine di massimizzare i vantaggi che possono ed anzi devono derivare da una politica di gestione dei rifiuti sempre più attenta al rispetto dell’ambiente, nell’interesse della comunità.