Approvato il bilancio 2015. Invariate le tariffe e le aliquote dei tributi

Rimaste sostanzialmente invariate le tariffe e aliquote dei tributi, garantiti i servizi essenziali, rafforzato l’impegno per il sociale, favorito il volontariato e l’associazionismo, incrementati i servizi di igiene ambientale e tutela del territorio.

Come evidenziato dall’Assessore al bilancio, Scaccia Giovanni, nel corso della seduta consiliare del 28 agosto, il Bilancio 2015, coerente con il piano pluriennale di riequilibrio finanziario adottato dal comune lo scorso anno, è stato predisposto senza aumentare i tributi a carico dei cittadini, con l’unica eccezione di un lieve incremento della TARI che tuttavia dovrebbe essere compensato da una diminuzione a partire dal prossimo anno in quanto il Comune si è già attivato per ottenere una riduzione del prezzo del servizio relativo alla raccolta differenziata, come precisato anche dal Sindaco.

         Per quanto riguarda invece il servizio idrico, si resta in attesa di conoscere le decisioni dell’Autorità sulla proposta di nuova regolazione delle tariffe deliberata dalla giunta comunale in base alla normativa vigente. Nel frattempo, le previsioni restano invariate rispetto al 2014.

L’Assessore ha anche evidenziato che sul fronte del recupero crediti, sta andando avanti il lavoro degli operatori della società alla quale è stato affidato apposito incarico e si prevede che da qui a fine anno il Comune possa introitare all’incirca il 30- 40% dell’insoluto. Al contempo l’amministrazione valuterà la possibilità di agevolare i cittadini più bisognosi attraverso dilazioni e rateizzazioni dei pagamenti, nel rispetto della legge.

A fronte di una ulteriore riduzione dei trasferimenti statali, la gestione finanziaria 2015, grazie ad una politica oculata, non determina un impatto negativo sulla imposizione fiscale e consente, rispetto alle previsioni definitive relative all’anno precedente, di mantenere stanziamenti di spesa adeguati rispetto alle necessità locali, anche grazie alla  politica intrapresa in materia di spending review che ha, tra l’altro, comportato la revisione in ribasso dei corrispettivi di servizi rilevanti quali la mensa, il trasporto scolastico, la manutenzione degli impianti di depurazione e la pulizia degli immobili comunali  mentre per i servizi di igiene ambientale si sta provvedendo al fine di conseguire quanto prima  il medesimo obiettivo.

         In definitiva, le dotazioni destinate ai servizi sono mantenute sui livelli del 2014 e soprattutto con riguardo alle politiche sociali, si è cercato di assicurare un adeguato riscontro alle sempre più pressanti esigenze di una parte della popolazione più bisognosa e meno abbiente. In quest’ottica si inserisce anche la recente iniziativa con la Caritas per ampliare il raggio di azione dell’Amministrazione e implementare gli aiuti a favore delle fasce più deboli.

         E’ stata anche intrapresa l’iniziativa ampiamente pubblicizzata, adotta un spazio verde o un monumento, che ha dato già risultati più che soddisfacenti, volta a favorire interventi di volontariato per la pulizia e manutenzione di aree, piazze, giardini e più in generale, verde pubblico. Il progetto consentirà al comune di ottenere senza oneri di spesa interventi di manutenzione del territorio ad opera di cittadini singoli o associati ed è auspicabile che un numero sempre maggiore di volontari aderisca a questo importante progetto. Va rimarcato anche lo sforzo finanziario operato per garantire servizi integrativi di igiene ambientale, con particolare riguardo ad interventi di bonifica, alla raccolta degli sfalci e potature che ha riscosso  vivo apprezzamento da parte degli utenti, alla manutenzione del Civico Cimitero, al quale è stato restituito il dovuto decoro con una modica spesa.

Inoltre, è stata realizzata un’isola ecologica presso l’area a parcheggio di fronte alla stazione ferroviaria, che dovrebbe risolvere le attuali problematiche relative alla raccolta e deposito di alcune tipologie di rifiuti, in modo da venire incontro alle esigenze dei cittadini e salvaguardare l’ambiente.

         Per quanto riguarda le opere pubbliche i lavori indicati nel  programma 2015-2017 sono tutti necessari e questa amministrazione continuerà ad impegnarsi per ottenere i finanziamenti finalizzati alla realizzazione di importanti e fondamentali interventi per il paese, che vanno ad aggiungersi a quelli già attuati e in corso di esecuzione ( tra cui i lavori al palazzo comunale, alle scuole e presso il campanile) . Il programma è allegato alla delibera che sarà a breve pubblicata sul sito web del Comune.

Ci dispiace che il consigliere di opposizione presente, anziché proporre qualcosa,  abbia come al solito evidenziato che questa amministrazione non ha fatto nulla, dimenticandosi, tra l’altro, il milione di euro per lavori al palazzo comunale recentemente appaltati.

         Anche per quanto concerne il supporto alle associazioni ed istituzioni, non sono mancati quest’anno e risultano a bilancio, contributi e patrocini offerti dal Comune a quanti operano e si impegnano per garantire servizi ovvero organizzare manifestazioni ed eventi a favore della popolazione; basti pensare ai contributi concessi all’associazione Colle Spina, ai Donatori di sangue, al Comitato dei festeggiamenti di S. Rocco, alla Scuola, all’Associazione Produttori di Nocciole che, con la collaborazione dell’assessore Nadia Ricci, sta organizzando la sagra delle nocciole.

         Il bilancio 2015, che ha ricevuto anche il riscontro favorevole del Revisore dei Conti, rispetta inoltre i vincoli del patto di stabilità  e, nonostante i limiti imposti dai tagli ai trasferimenti statali e dal piano di riequilibrio finanziario pluriennale, premia lo sforzo operato dall’amministrazione per uscire dalla difficile situazione determinata dal sequestro dei depuratori.

Le previsioni per il 2015, che possono sintetizzarsi nel binomio servizi garantiti a imposte invariate,  ripagano ampiamente l’impegno svolto dall’amministrazione.

Per questo non si comprende l’atteggiamento assunto dal consigliere di opposizione che ha raggiunto il massimo dell’assurdità quando ha chiesto ai consiglieri di votare se votare o meno il punto all’ordine del giorno prima di pronunciarsi sulla TARI.

Prescindendo dal fatto che il consigliere Tulli non aveva alcun diritto di imporre al consiglio una inutile ulteriore votazione e per questo la decisione del Presidente di accogliere la richiesta ha dimostrato ancora una volta quanto la maggioranza sia democratica, aperta e collaborativa, deve invece rimarcarsi la sterile polemica con la quale il consigliere stesso ha voluto insistere nel ribadire la illegittimità della procedura per l’approvazione del piano e tariffe TARI, offendendo anche i consiglieri comunali e l’istituzione che gli stessi rappresentano, nonostante l’assessore delegato avesse chiaramente precisato le ragioni e le norme che giustificano la scelta operata con un documento che è stato allegato alla delibera.

L’opposizione ha cercato in tutti i modi di ostacolare l’approvazione del bilancio con argomenti non  di sostanza ma solo di forma, ai quali è stata fornita adeguata replica, grazie anche al supporto del Responsabile del servizio finanziario che ha dato chiarimenti precisi e dettagliati.

Di fronte al risultato conseguito, poco importa se l’unico rappresentante dell’opposizione presente in consiglio, come al solito, non ha voluto accogliere l’invito ad approvare questo bilancio, a dimostrazione che l’opinione espressa dalla maggioranza sulla minoranza consiliare trova fondamento su validi argomenti e non giustifica pertanto le lamentele espresse dal consigliere Tulli al riguardo anche nell’ultimo consiglio.

 

IL SINDACO

ALFREDO GALLI

 L’ASSESSORE AL BILANCIO

 GIOVANNI SCACCIA